lacasadilallaUncategorized

L’OFFICINA. RECUPERO DI UNA CASSA….IN CERUSEÈ

cassa

Una tecnica  che mi piace e che mi da soddisfazioni e quella del ceruseè
Tempo fa nel mio girovagare domenicale in qualche mercatino dell’ Hinterland Milanese mi sono imbattuta in una cassa, sporca e buttata in un angolino, quasi non si vedeva, mi ha incuriosita e mi sono avvicinata, l’ ho guardata con attenzione e subito mi ha suggerito cosa poteva diventare.
Poco distante da lei c’ era un piccolo banco da lavoro anche lui molto sporco ma in buono stato e li ho portati a casa entrambi…… del banco da lavoro vi parlerò presto ma ora vi racconto della cassa.
Serviva per poterci buttare dei pezzi di scarto in un officina meccanica e oltre ad una bolla di carta che riportava ad una fabbrica all interno ci sono scritte che ne donano fascino e la collocano in un luogo, Milano.
Probabilmente la postazione di lavoro era fatta dal banco e sotto, dove venivano buttati gli scarti, dalla cassa.

La prima cosa è stata passarla con l’ anti tarlo e chiuderla in un sacco per tre giorni ( camera a gas)… e poi armata di pazienza e carta vetrata per togliere tutto il colore e lo sporco e portarla al colore naturale del legno.
Faticoso ma divertente è anche il passare lungo le venature del legno una spazzola di ferro, apre i pori ed evidenzierà l’ effetto del ceruseè conferito dai vari passaggi di cere e un leggero lavaggio di colore.
Dopo la spazzola di ferro  ho ripulito da tutta la polvere di legno e ho passato a pennello uno strato di cera neutra. Dopodiché ho passato della chalk bianca molto diluita. Inizialmente sembra che scappi via sopra la cera ma ripassato un po di volte si vede che il colore attacca…se c’è  né  troppo si toglie l’eccesso con un panno.
Dopo questi due passaggi sono intervenuta con un passaggio di cera bianca.
A questo punto si decide se l’ effetto è  soddisfacente o si vuole più bianco oppure effetto legno e si ripassa la cera opportuna.
Ho messo dei piedini e della nuova ferramenta (antichizzata per l occorrenza)….sono anche i piccoli particolari che fanno la differenza….ed ecco un bel tavolino /bar per il salotto o semplicemente un contenitore adatto anche per una camera da letto.
    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.